Gli editoriali meravigliosi

Gli editoriali meravigliosiNews

Quando la comunicazione efficace la fanno i rapper (milanesi) a rosicare sono in tanti…

Ma perché ce l’avete tanto con Fedez?Per il suo opportunismo, egocentrismo, i milioni di followers o il suo patrimonio economico? Io credo che sia il senso di colpa a spingervi ad odiare la facilità con cui riesce a esprimere la sua opinione, riesce a raggiungere milioni di persone. Potrà anche sembrare uno slogan il suo […]

Read More

Gli editoriali meravigliosiNews

Dopo la strage di Piazza Fontana Milano si riprese faticosamente. E proprio come allora si riprenderà, sempre a fatica, anche dopo la pandemia

Milano ha davanti un futuro faticoso, in cui dovranno essere ricomposte molte fratture, ricostruiti rapporti sociali e identità, accorciate le disuguaglianze. Non sarà facile perché intorno a noi qualche maceria è rimasta. Le periferie vanno seguite come la Zona 1, i più fragili avranno bisogno di più aiuto perché saranno sempre di più. Bisognerà migliorare […]

Read More

Gli editoriali meravigliosiNews

Massimo Introzzi. “Milano è una grande città universitaria, ricca di giovani capaci. Facciamola diventare un modello internazionale di rinascita economica, scientifica, culturale e sociale da uno dei periodi più duri dell’Umanità”

Già, la mia Milano. Vabbè, è vero, non sono milanese, non ho il qualificante F205, ma sono ormai 35 anni che ci vivo e 42 che la frequento. Molto ho visto delle trasformazioni e dei cambiamenti che si sono rincorsi in questi decenni. Grandi cambiamenti, che hanno trasformato la più grande città industriale Italiana in […]

Read More

Gli editoriali meravigliosiNews

Il tremore e l’esempio: il lascito di una generazione, i giovani, la pandemia e il futuro che li attende

Nella giovinezza, adagiati sui diritti che il percorso ci offriva, non avremmo accettato la critica che ci diceva di essere in errore, di essere i fautori di un futuro mortificato. Non lo avremmo accettato, senza se e senza ma. Quello che vedevamo per noi era nel nostro diritto prendercelo. Gli altri, quelli che sarebbero venuti […]

Read More

Gli editoriali meravigliosiNews

Il virus del bene: i sentimenti e il domani

SORSEGGIANDO E SURFEGGIANDO Forse non è chiaro a tutti, ma sono i sentimenti a fare la Storia, indipendentemente dal soggetto che li vive. Un atteggiamento disponibile tende a realizzare buone relazioni, mentre uno chiuso e ostile produce relazioni tese e pronte al sopruso. A partire dalla fine della “Milano da bere” un sentimento di crescente […]

Read More

Gli editoriali meravigliosiNews

Finite le vacanze, riparte con grandi novità il blog di Milano Meravigliosa

Ed eccoci di nuovo a casa, dopo un lungo periodo di vacanza. Un mese e mezzo di fila lontano da Milano non me lo ricordo da quando ero ragazzo, prima di intraprendere la mia professione, una di quelle che non chiude mai per ferie. Ma questo è un anno particolare, che sta rimescolando le vite […]

Read More

Gli editoriali meravigliosiNews

La Peste di San Carlo, l’Emergenza Coronavirus e l’intraprendenza dei milanesi

L’anno scorso svolsi ricerche approfondite sulla cosiddetta “Peste di San Carlo”, cioè la pestilenza che si abbatté su Milano fra il 1576 e il 1577 facendo 17mila morti: una strage, soprattutto se si considera che la popolazione della città a quei tempi non superava i 150mila. In sostanza, morì più di uno su dieci. I […]

Read More

Gli editoriali meravigliosiNews

I Giardini Montanelli e la statua della discordia

Non voglio in alcun modo banalizzare la vicenda della statua di Indro Montanelli, che alcune associazioni hanno chiesto di rimuovere dai giardini ad esso dedicati a Milano, ma la semplificazione non è mai la scelta migliore per comprendere la storia, né per approfondire i contesti in cui i fatti sono avvenuti e di conseguenza non […]

Read More

Gli editoriali meravigliosiNews

Domenico Megali: “Milano sta aspettando paziente il via libera e si presenterà più bella, solare e felice che mai”

Milano è vuota, spettrale, irriconoscibile, silenziosa e senza parole come una generazione non l’ha mai vista nemmeno in estate. Ma ricordatevi che dietro quelle porte e quelle finestre, dentro quei due locali e tinello, loft, mansarde, attici e super attici e abbaini, quattro piani senza ascensore, i cortili e le ringhiere, gli abitanti di Milano […]

Read More